Dal 5 al 7 febbraio ritorna Wine&Siena

Dopo il successo del 29° Merano WineFestival Digital, il nuovo anno di The WineHunter riparte con la 6^ edizione di Wine&Siena in versione digitale. Declinata tra uno spazio dedicato a produttori e prodotti premiati The WineHunter Award e un ricco palinsesto di contenuti che include masterclass con il “cacciatore di vini” Helmuth Köcher, showcooking, mixology e approfondimenti culturali, conduce virtualmente tra gli scenari della città medievale senese e del suo territorio.
 
Siena – Il grande patrimonio storico-artistico della città di Siena e del territorio senese ritorna anche quest’anno a fare da cornice al celebre appuntamento Wine&Siena, ma in una versione digitale che punta a rilanciare il settore enogastronomico e le bellezze della città anche in un momento difficile. In programma dal 5 al 7 febbraio, la 6^ edizione dell’evento organizzato dal patron di Merano WineFestival, Helmuth Köcher, che cerca di coinvolgere ogni anno le istituzioni senesi come la Confcommercio Siena e il Comune di Siena, guarderà al digitale per celebrare le eccellenze premiate The WineHunter Award coinvolgendo anche le location uniche dei palazzi senesi, da sempre protagoniste della rassegna. I contenuti multimediali saranno disponibili sulla piattaforma WineHunter Hub dove, oltre ad una sezione dedicata ai produttori e ai prodotti premiati The Wine Hunter Award, sarà possibile seguire un ricco palinsesto di appuntamenti.
 
La città di Siena continua ad essere palcoscenico di un’edizione di Wine&Siena che scommette sulle potenzialità del digitale: una cornice esclusiva per i contenuti multimediali proposti dall’evento, accessibili e visibili liberamente sullo spazio virtuale WineHunter Hub. All’interno del portale, realizzato in occasione di Merano WineFestival Digital, una sezione dedicata ai produttori presenta le eccellenze premiate The WineHunter Award e le aziende di riferimento, con un e-commerce riservato e un collegamento a Telegram che consente di interfacciarsi direttamente con il produttore. Un’altra sezione live/streaming accoglie invece il ricco palinsesto di video appuntamenti attraverso i quali vivere le tradizionali esperienze della rassegna e non solo. Incontri virtuali guidati dal patron di Merano WineFestival Helmuth Köcher che conducono tra palazzi d’epoca e scorci della città di Siena alla scoperta di alcune eccellenze enologiche e gastronomiche che hanno ricevuto il riconoscimento The WineHunter Award. Masterclass with The WineHunter, propone degustazioni live su Zoom guidate dal “cacciatore di vini” insieme ai produttori, mentre Walk of Wine suggerisce un excursus virtuale che combina enologia e arte tra i palazzi di Siena e Wine & Artisan porta in scena alcune degustazioni all’interno di storiche location artigianali senesi. Inoltre, Tell me a Story, è l’iniziativa che permette al produttore di raccontarsi ai visitatori in prima persona attraverso un video che narra storie, emozioni e retroscena del suo mondo e della sua realtà produttiva. Spazio all’arte culinaria con Small Plates Dinner, lo showcooking a cura dei ristoratori senesi che presentano la preparazione di un piatto della tradizione culinaria locale in abbinamento a un vino o a uno spirit premiato da The WineHunter Award. Ritorna infine il focus sui distillati con Mixology inspired by Siena, l’appuntamento che permette di seguire la preparazione di un cocktail ispirato alla città di Siena con prodotti o spirits premiati da The WineHunter Award. Nell’edizione digitale del 6° Wine&Siena verrà presentata ufficialmente la “Guida The WineHunter Award 2020 Wine Food Spirits Beer”, che racchiude il meticoloso lavoro di un lungo anno di ricerca e degustazione, presentando ben 1.329 produttori di vino, 155 produttori Food, 51 produttori Spirits e 19 produttori Beer, tutti italiani. La Guida firmata The WineHunter è disponibile per l’acquisto su Amazon, Ebay e Spaghetti&Mandolino.  

Wine&Siena Digital è il primo appuntamento del nuovo anno siglato The WineHunter: un format innovativo, interattivo e facilmente accessibile che si sviluppa attraverso il binomio arte e vino, reinterpretando la celebre rassegna senese nel segno della ricerca, della scoperta e della condivisione delle eccellenze da sempre sintetizzate nel motto “Excellence is an attitude”.